Finalmente serie D

giugno 9, 2009

Dopo aver espugnato il difficile campo di Montale (53-56) e aver conquistato la matematica promozione in serie D, i ragazzi allenati da coach Alberto Prosperi hanno battuto anche Montecatini (63-65) raggiungendo i termali in testa alla classifica, ma risultando primi avendo battuto sia all’andata che al ritorno i forti avversari.

Si conclude in questo modo un’annata straordinaria che ha visto protagonisti i nostri ragazzi sia nella prima fase del campionato che nei play off  risultando in entrambi casi primi in classifica.

Non era iniziata bene l’avventura della nostra prima squadra che aveva esordito in campionato con una bruciante sconfitta sul campo del DLF (66-38)  scaturendo timori per una brutta stagione  e  qualche polemica. Ma era stato soltanto un passo falso dovuto all’ approccio sbagliato alla partita e al poco amalgama tra il gruppo e con il nuovo tecnico. Il duro lavoro in palestra ha permesso la crescita fisica e tecnica della squadra mentre l’inserimento di una vecchia volpe come Federico Cioppi ha portato centimetri ed esperienza in una squadra con un’età media tra le più giovani del campionato.

La concomitanza  delle due cose ha fatto decollare la squadra che ha disputato, da quel momento, belle partite sia sotto l’aspetto del gioco che della grinta, della deteminazione e della concentrazione. Bellissime le doppie vittorie con Pino Dragons, Castello e il ritorno in casa con DLF, difficili ma vittorio entrambi gli scontri con BNB. Soltanto un piccolo incidente di percorso in casa con S. Casciano con l’accesso ai play off acquisito.

Ottimo il rendimento tenuto fino a questo momento: accesso ai play off ottenuto con quattro giornate di anticipo, seconda miglior difesa e secondo miglior attacco del campionato.

Ci aspetta la roulette dei play off: siamo fiduciosi.

La prima partita si gioca in casa con SB Arezzo, che ci ha impegnato molto risultando una squadra più ostica del previsto, ma riusciamo a vincere, poi Sancat. Giochiamo la partita in un campo reso scivoloso dalla condensa del “Pallone” dove non riusciamo a correre come  facciamo normalmente e quindi non possiamo mettere in pratica le nostre doti migliori. Perdiamo di 4 punti.

Affrontiamo al meglio le due partite in casa con Montale e con Montecatini e qui diamo veramente il massimo. Giochiamo benissimo, con grinta e con concentrazione, lasciando pochissimo spazio agli avversari e grazie anche all’incitamento continuo dei nostri tifosi, vinciamo 58-47 con Montale e 63-42 con Montecatini.

Sentiamo il profumo della serie D sempre più forte, ma la strada da percorrere è ancora lunga e difficile, ma siamo consapevoli che possiamo farcela.

Vinciamo la prima partita di ritorno scon SB Arezzo 78 a 92 e poi affrontiamo Sancat sul nostro campo, una partita da dentro o fuori. Qui mettiamo in campo il meglio di noi stessi e dopo due tempi molto equilibrati 14-14, 15-13 i parziali, diamo un break nel terzo quarto 14-9 mentre nell’ultimo tempo diamo il colpo di grazia agli avversari che cedono con il risultato finale di 67-53.

Sancat è fuori dai giochi, sulla nostra strada rimane soltanto Montale che dobbiamo affrontare la settimana successiva sul loro difficile campo.

Come in casa nella partita con Sancat, anche a Montale, un pubblico caloroso ci sostiene dall’inizio alla fine dandoci una carica fortissima. Partita difficilissima ed equilibrata con un alternarsi di situazioni a vantaggio dell’una e dell’alta squadra. Primo tempo che si conclude a  favore dei padroni di casa 16-14. Grossa reazione dei nostri ragazzi che recuperano e chiudono in vantaggio di  quattro punti il secondo tempo 27-31. Inizia il terzo tempo e Montale, con un parziale di 16-9, chiude in vantaggio di 3 punti. Manca un quarto per recuperare e cercare di conquistare subito la matematica promozione senza doversela giocare nell’ultimo match a Montecatini. La nostra reazione è veemente e ci porta a pochissimi secondi dalla fine in vantaggio di tre punti. Un giocatore di Montale cerca il tiro della disperazione che li avrebbe portati in parità, segna, ma l’arbitro concede giustamente, la realizzazione da due punti (aveva nettamente il piede sulla linea). Grosse proteste dei nostri avversari che si beccano un tecnico che ci riporta in vantaggio di tre punti. Facciamo fallo a tempo scaduto ma i tiri liberi non cambiano il risultato finale.

Si vince di tre punti e si conquista la promozione in serie D con una giornata di anticipo.

La partita successiva con Montecatini serve soltanto per il primato in classifica; entrambe le squadre sono già promosse.Dopo due tempi giocati senza molte motivazioni, il terzo e quarto vengono affrontati dalle due squadre  con più concentrazione e più voglia. La nostra superiore determinazione e la nostra freschezza fisica vengono premiate. Vinciamo di 2 punti 63-65 e chiudiamo anche i play off in testa alla classifica.

Risultato, forse inatteso, ma sicuramente meritato sia per il gioco espresso che per i risultati ottenuti (soltanto tre sconfitte su 28 partite disputate tra campionato e play off).

E’ giusto dividere i meriti di questa promozione tra:

  • la società che ha sposato in pieno la filosofia dei giovani, portandoli, anno dopo anno, dalle giovanili alla prima squadra, dando loro il tempo e l’opportunità di crescere.
  • l’allenatore che ha cementato il gruppo, riuscendo a dare loro buon gioco, buona preparazione atletica, la giusta carica agonistica e la neccessaria tranquillità durante le partite.
  • i giocatori che hanno sempre messo il massimo dell’ impegno durante gli allenamenti e le partite, riuscendo a costruire un ottimo rapporto tra di loro e con il tecnico.
  • i tifosi che, nelle partite cruciali, ci hanno seguito e incoraggiato ininterrottamente.

Un ringraziamento e un IN  BOCCA  AL  LUPO a tutti per il prossimo campionato.